Avevano detto che lo avrebbero fatto e sono stati di parola.

Il governo tedesco ha trovato un accordo sul maxi-piano di investimenti "green" col quale la cancelliera Angela Merkel intende ridurre drasticamente le emissioni inquinanti e produrre il 65% di energia da fonti rinnovabili entro il 2030.

"Oggi non viviamo in modo sostenibile", ha detto Merkel aprendo la presentazione delle misure. Tra quelle che interessano il nostro settore, "stangata" sulle automobili visto che dal 2021 la benzina e il Diesel saranno più cari di 3 centesimi mentre dal 2026 di 10 centesimi al litro.

A fronte degli aumenti sui carburanti è previsto un aumento delle detrazioni fiscali a favore dei pendolari per compensazione. L'aumento delle detrazioni sarà di 5 centesimi per chilometro dal 2021. In futuro, 35 centesimi invece di 30 centesimi per chilometro saranno deducibili dalle tasse.

Tra i provvedimenti, in vista ci sono aumenti dell'IVA sui biglietti aerei e diminuzione sulle tariffe ferroviarie a partire dal primo gennaio 2020.

La svolta verde in Germania è iniziata, ora sta a gli altri paesi europei adeguarsi.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia