Ritorna un nuovo appuntamento con “Top & Flop”! la rubrica di Ferrovie.Info in cui annoveriamo personaggi, aziende, enti o categorie che si sono, a nostro avviso, distinti in positivo e in negativo questa settimana. 

Diteci la vostra sulla nostra Pagina Facebook.

Partiamo!

TOP - Italo

Non vuole essere una sviolinata, ma è innegabile che Nuovo Trasporto Viaggiatori, o per meglio dire Italo, stia facendo un buon lavoro.

Dopo l'acquisto dei nuovi treni per il servizio AV, la giovane azienda continua ad avere i conti in ordine e i treni al massimo della loro efficienza. Non solo: negli ultimi tempi è riuscita ad espandersi verso nuove mete non toccate in precedenza, allargando ulteriormente il raggio d'azione della sua flotta. 

Infine, ultimo ma non ultimo, un dato molto importante: Italo assume! E, come ben sappiamo in Italia, non è poco: sono 500 le assunzioni previste dal piano triennale 2019 - 2021 di Italo. Nella prima metà dell'anno già 200 candidati hanno superato le selezioni e sono entrati nel team, ora la società è pronta a iniziare il Recruiting per assumere altre 300 persone.

Italo, che attualmente conta 1.350 dipendenti con un'età media di 33 anni, selezionerà Hostess e Steward di bordo e di stazione e Operatori di Impianto da inserire nelle sedi di MilanoRoma e Napoli. E come ci ha tenuto a specificare, si tratta di occupazione veramente nuova, non di sostituzioni o di rimpiazzi per pensionamenti.

Segno che l'azienda vuole espandersi, vuole rinnovarsi, vuole investire. Sicuramente NTV si sta dimostrato un osso duro per Trenitalia in termini di concorrenza. E noi gli diamo volentieri un bel top!

FLOP - Mitomane maledetto

Come se in Italia non ci fossero abbastanza problemi: verrebbe davvero la voglia di rovinare economicamente l'ignoto che si è inventato la presenza di quattro ordigni nucleari nella stazione di Pescara. Una baggianata che ha, de facto, tagliato in due l'Italia per diverse ore. 

La telefonata ha fatto scattare il piano d'emergenza, e sul posto sono giunte le forze dell'ordine, il nucleo NBCR dei Vigili del Fuoco e gli artificieri della Polizia. Ovviamente, non era vero nulla, ma di questi tempi anche un allarme improbabile non può essere preso sottogamba.

E quindi? I Carabinieri stanno cercando di rintracciare lo sventurato autore della telefonata. La speranza è che venga trovato e gli venga appioppata una condanna esemplare, per scongiurare che in futuro altri "fenomeni" diano allarmi del genere.

Puoi avere tutta la tecnologia e l'efficienza che vuoi, ma contro gli idioti c'è poco o nulla da fare. Flop.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia