È durissimo l'atto d'accusa del pm Andrea Vacca nei confronti dei vertici della Keller di Villacidro e non solo.

La notizia viene riportata oggi da L'Unione Sarda.

"Dietro il fallimento della Keller Elettromeccanica, l'azienda di Villacidro crollata nel 2014 sotto 81 milioni di euro di debiti, ci sono "appropriazioni per fini personali" di elevatissime somme di denaro, il pagamento milionario di brevetti "senza valore", l'acquisto di rami d'azienda e siti produttivi per "fini alieni all'attività di impresa» con immobili «inagibili, gravati da abusi edilizi non sanabili e in siti logisticamente inadatti alla destinazione".

Un "insensato, consapevole ed evidente consumo del capitale di rischio" e una "contestuale forte esposizione bancaria" che avevano creato "un grave squilibrio finanziario mai rientrato" fino al collasso della società".

A titolo di curiosità ferroviaria, ricordiamo che la Keller era una importante fabbrica nel panorama italiano di settore. Ancora oggi, presso l'impianto, sono sicuramente ferme, bloccate dalle procedure, diverse carrozze e forse qualche unità di elettromotrici che andavano oltre mare per la revisione.

L'articolo completo è disponibile cliccando qui.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia