Dopo le ferrovie tedesche, anche quelle svizzere.

Le FFS, come appunto le DB, intendono rinunciare dal 2025 al glifosato per tenere privi di erbacce i binari.

Per farlo, potrebbero ricorrere all'acqua bollente, per dimostrare la validità della quale le FFS hanno presentato ieri a Däniken uno speciale convoglio che spruzza acqua calda, sviluppato negli scorsi mesi ad un costo di circa un milione di franchi.

Il modernissimo e tecnologico veicolo dispone di un sensore per il riconoscimento delle piante infestanti ed è in grado di spruzzare acqua ad una temperatura di 95 gradi centigradi da 116 ugelli ripartiti su una larghezza di 4,6 metri.

Completati i primi test, saranno necessarie tuttavia ulteriori prove per verificarne la effettiva validità tecnica e operativa.

Non mancano, tuttavia, anche altre alternative, fra cui l'uso mirato di piante di copertura del suolo che impediscono la crescita di erbe infestanti sui lati delle massicciate, uno studio che vede coinvolte anche le SNCF.

Tra le opzioni più futuristiche anche l'impiego di robot per diserbare, che però non saranno disponibili prima del 2025, oltre agli erbicidi biologici che però, al momento sono ancora in fase di studio.

D'altro canto qualcosa andrà fatto, visto che in tutta Europa le ferrovie sono le più grandi consumatrici di glifosato, il diserbante definito cancerogeno dall'Oms e considerato nocivo anche anche per gli insetti.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia