Un nuovo sistema tecnologico (ACC – Apparato Centrale Computerizzato)* controlla la circolazione ferroviaria nella stazione di Terni.

Una vera e propria “cabina di regia” che, grazie alle potenzialità offerte dall'elettronica, gestisce in modo più efficace ed efficiente la circolazione ferroviaria, soprattutto in caso di criticità, garantendo una maggiore flessibilità nell’uso dei binari di stazione. 

Le tecnologie di ultima generazione rendono più affidabile l’infrastruttura incrementando gli standard di regolarità e puntualità del traffico ferroviario.

L’ACC di Terni, che sostituisce il precedente sistema a tecnologia elettromeccanica operativo dal 1965, è il più grande impianto di sicurezza in funzione nella Regione Umbria.

Investimento economico di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) circa 16 milioni di euro.

Seguiranno in Umbria ulteriori step volti al potenziamento tecnologico della rete ferroviaria regionale – in primis nelle stazioni di Perugia Ponte San Giovanni e Spoleto - per l’innalzamento degli standard di qualità della linea a tutto vantaggio della regolarità del servizio.

* Apparato Centrale Computerizzato (ACC) comanda automaticamente a distanza gli itinerari e il distanziamento dei treni. Sono supervisionati da un Regolatore della Circolazione che interviene solo per confermare o aggiornare il programma di circolazione. Un livello di alta tecnologia e di massima sicurezza che insieme alla modularità dei componenti e alla loro manutenibilità garantisce maggiore regolarità alla circolazione e più capacità all’infrastruttura ferroviaria.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia