Il tempo non fa sconti per nessuno, nemmeno per le locomotive più blasonate.

Per questo motivo, oggi, siamo a parlare dell'invio a demolizione di due macchine che hanno fatto la storia della trazione elettrica italiana come E.444 prima e come E.444R poi.

Sono infatti state trasferite da Foligno a Bari Lamasinata, per successivo inoltro alla BB per riduzione volumetrica la E.444R.047 e la E.444R.060.

Titolare del convoglio era la E.402B.161 ancora in livrea XMPR e come sempre in questi casi, in composizione erano anche previste alcune vetture per aumentare la massa frenata.

Per gli amanti della storia, diamo qualche cenno su queste macchine. La E.444R.047 è una macchina realizzata dalla Tibb nel 1971, riqualificata con nuove cabine nel 1992. La E.444R.060, invece, è una Casaralta-Asgen costruita nel 1973 e riqualificata nel 1990.

Due macchine che ci lasciano, dunque, dopo oltre 40 anni di onorata carriera alla testa dei treni più prestigiosi che hanno attraversato la nostra penisola.

Per completezza d'informazione, aggiungiamo che il treno ha raggiunto la Puglia viaggiando dapprima verso Ancona e quindi riscendendo la linea Adriatica.

Video dal canale YouTube Ferrovie Online 

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia