Altra settimana di accantonamenti e demolizioni quella che si è aperta qualche giorno fa.

Sulla più eccellente, quella della E.402.003 siamo intervenuti con una news apposita.

Venendo a situazioni più immediate ma facendo un salto all'indietro, sabato scorso sono stati trasferiti da Cremona ad Alessandria due complessi di ALe 582 che avrebbero viaggiato sulle loro ruote. Si tratterebbe, il condizionale è d'obbligo, di una restituzione da Trenord a Trenitalia dovuta alla consegna di nuovi convogli Caravaggio e Donizetti che di fatto hanno pensionato le vecchie automotrici.

Va detto che da quanto appreso queste ultime non sarebbero attualmente state inviate a demolizione anche in considerazione che si sono mosse autonomamente, ma sarebbero comunque state ovviamente accantonate.

Per gli amanti dei numeri si tratterebbe del complesso formato da ALe 582.006 + Le 763.121 + Le 562.067 e del complesso formato da ALe 582.084 + Le 884.170 + Le 562.002. Torneremo su queste unità con dati più completi se e quando saranno inviate al taglio.

Chi invece è sicuramente stata avviata alle cesoie meccaniche è un'altra serie di mezzi che oggi ha mosso da Alessandria a San Giuseppe di Cairo.

Titolare la D.445.1001 di Fondazione FS con dietro di sé la D.345.1099, la D.345.1117 e i rimorchi Le 884.151 e Le 763.163.

Le due macchine sono note e le avevamo viste partire da Benevento alcuni giorni fa (Ferrovie: da Benevento a La Spezia, aria di demolizione per due D.345 [VIDEO]). Stesso discorso per i rimorchi che però avevano mosso a luglio da Cremona (Ferrovie: proseguono le demolizioni di Trenitalia e Trenord).

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia