Nella prima parte del nostro articolo abbiamo visto i treni corti in servizio regolare sia passeggeri che merci.

Stavolta invece vediamo qualcosa di meno raro ma non meno spettacolare, i treni corti in qualche modo straordinari.

Nella nostra apertura vediamo subito un convoglio prova con una locomotiva e una vettura Pilota per prove di reversibilità. Siamo a Milano Lambrate e Luca Faggi ha immortalato questa curiosissima composizione cortissima che peraltro in quei giorni ha girato davvero per mezzo Nord Italia.

Nel dettaglio la E.402B è la .171 in livrea Frecciabianca mentre la UIC-Z Pilota è dell'ultima fornitura in cromia IC Giorno, quindi anche con un misto di colorazioni.

Rimanendo nel campo delle stranezze arriva poi la fotografia di Matteo Burroni che ritrae un insolito trasferimento. In questo caso la E.656.046 sta portando a Firenze una vettura Gran Confort in livrea ESCI dimenticata per anni a Santhià. Un servizio davvero minimo per una macchina abituata a ben altri convogli decisamente più impegnativi.

Ma se pensavate che il traino di una singola carrozza da parte di una locomotiva si limitasse a vetture da treni veloci vi sbagliate di grosso, come testimoniano le due foto di Vincenzo Russo di seguito.

Nella prima immagine visibile qui sotto, la E.652.134 sta trasferendo una vettura UIC-X Cuccette da Torre Annunziata a Bologna, forse dopo che la stessa è stata utilizzata per qualche Straordinario Militare.

Nella seconda, invece, il trasferimento è, se possibile, ancora più curioso, visto che il "Caimano" E.656.431 sta trainando un singolo bagagliaio UIC-X, non sappiamo se per uno spostamento da un impianto a un altro o per un invio a demolizione, per quanto il mezzo sembri in ottimo stato. 

 

Tiriamo su un pochino l'asticella con altri due scatti insoliti sia per la lunghezza del treno che per il materiale trasportato.

Nel primo caso la E.652.014 è alla testa di due carrozze per treni Intercity, vetture che, in servizio regolare, non vedono ormai da diversi anni.
Nel secondo, invece, la E.656.600 in XMPR sta trainando, probabilmente per una consegna, due vetture Vivalto passanti nella nuova livrea DPR. Anche in questo caso i due scatti sono opera di Vincenzo Russo.

 

Tutto bello, direte voi, ma questi treni cortissimi sono solo nazionali. E invece no!

Lo dimostra il video in basso, opera stavolta di Lorenzo Pallotta. Nel filmato in questione la E.656.254 è alla testa di due vetture delle ferrovie austriache ÖBB mentre transitano nei pressi di Monterotondo, alle porte di Roma.

Ovviamente non si tratta di un mini servizio internazionale ma solo della restituzione di due vetture alle ferrovie d'oltralpe, carrozze scartate la sera prima dal convoglio in arrivo in Italia a causa di problemi verosimilmente all'impianto di riscaldamento.

Una situazione davvero inusuale che non per questo non si è verificata!

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia