Un’importante opportunità formativa gratuita finanziata con risorse del Fondo Sociale Europeo e della Regione Emilia-Romagna.

ER.I.C. (Emilia-Romagna Intermodal Cluster), il cluster intermodale dei terminal della regione, di cui Dinazzano Po fa parte, lancia due iniziative formative per inserire nuove figure qualificate nel settore della logistica ferroviaria e intermodale. Aperte le iscrizioni ai corsi.

In programma il prossimo 26 febbraio a Bologna, presso la sede di Confindustria Emilia-Romagna, e il 4 marzo a Ravenna, presso la sede del Centro per l’impiego, i primi due incontri di presentazione dei percorsi formativi promossi da ER.I.C., il cluster dei nodi logistici intermodali operanti in Emilia-Romagna.

L’iniziativa fa parte delle azioni formative avviate dalle imprese aderenti a ER.I.C. (Dinazzano Po, Cepim-Interporto Parma, Hupac-Terminal Intermodale di Piacenza, Interporto di Bologna, Lotras, Logtainer, Porto di Ravenna-Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro settentrionale, Terminali Italia-Gruppo FS) volte a creare nuove figure professionali in grado di contribuire alla qualificazione e al rafforzamento del sistema delle competenze regionali in ambito logistico, ferroviario e intermodale.

“Teniamo molto a questa iniziativa, che è la prima in regione nel suo genere nell’ambito della logistica e del trasporto merci. Contiamo possa rappresentare un’utile opportunità professionale in un settore in grande sviluppo che è di importanza strategica per i territori, come ribadito anche dai vertici della Regione Emilia-Romagna, l’Ente che siamo molto lieti di avere al nostro fianco e grazie al quale i partecipanti potranno frequentare gratuitamente i corsi”: è quanto ha dichiarato Gino Maioli, Presidente di Dinazzano Po, uno dei più importanti scali ferroviari emiliano-romagnoli per volumi di merci movimentate.

Dinazzano Po figura tra gli hub che un anno fa, sotto l’egida della Regione, hanno dato vita a ER.I.C., il cluster nato per fare squadra per lo sviluppo di trasporti a basso impatto ambientale, l’aumento del traffico di merci da gomma a ferro, la crescita di nuovi servizi per valorizzare il complesso dei punti intermodali e aumentare così la competitività economica del territorio.

In tale contesto, dopo un ampio lavoro di identificazione dei reali fabbisogni delle competenze portato avanti dalle aziende, in autunno sono stati presentati due progetti di formazione per le figure di “Intermodal Terminal Manager” e di “Operatore del Trasporto Multimodale” che hanno ottenuto il finanziamento del Fondo Sociale Europeo e della Regione Emilia-Romagna.

L’Intermodal Terminal Manager è una figura manageriale con conoscenze e capacità in am¬bito logistico, infrastrutturale e intermodale che opera all’interno dello staff direzionale in realtà complesse (interporti, scali intermodali, hub o strutture logistiche complesse) supportando la gestione dell’infrastruttura e lo sviluppo tecnico commerciale dei servizi di trasporto intermodali.

Il Terminal Operator è un profilo professionale in grado gestire la configurazione delle attività e la composizione delle pratiche di trasporto e spedizione, la documentazione e la gestione operativa del terminal e del magazzino, le operazioni di preparazione e movimentazione dei convogli ferroviari.

I due corsi, interamente gratuiti grazie all’ottenuto co-finanziamento, vogliono essere una concreta opportunità per generare nuovi profili professionali in ambito regionale, con un possibile inserimento presso le imprese del cluster ER.I.C., realtà dove verranno svolti gli stage previsti dai programmi formativi. Al termine dei percorsi di formazione, previo superamento dell’esame finale, sarà rilasciato un certificato di qualifica professionale.

Soggetti attuatori del progetto sono Il Sestante Romagna, presso la cui sede di Ravenna verrà svolta la didattica, e la Fondazione Istituto sui Trasporti e la Logistica.  I percorsi formativi avranno una durata di 600 ore per il Terminal Operator e 500 ore per l’Intermodal Terminal Manager, con avvio previsto rispettivamente il 3 aprile e il 2 maggio 2019.

Per iscriversi è possibile inviare il CV unitamente alla scheda di iscrizione scaricabile dal sito www.ilsestanteromagna.it alla referente del corso Elena Strocchi via email all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Per maggiori informazioni è possibile chiamare il numero 0544 210425.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia