Il Gruppo FS Italiane accompagna in comodità, sicurezza e risparmio i suoi viaggiatori a Pisa per un imperdibile spettacolo d’arte digitale dedicato ai grandi maestri del Cinquecento.

In occasione della mostra Bosch, Brueghel, Arcimboldo, in programma agli Arsenali Repubblicani di Pisa dal 14 novembre 2018 al 26 maggio 2019, Trenitalia riserva infatti agli amanti della cultura l’offerta 2x1.

I viaggiatori e soci di CartaFRECCIA potranno accedere all’esposizione dal lunedì al venerdì, festivi esclusi, in due al prezzo di una sola persona presentando al botteghino la Carta fedeltà di Trenitalia e il biglietto delle Frecce, in formato digitale o cartaceo, utilizzato per raggiungere Pisa, con data di emissione precedente al massimo tre giorni rispetto a quella della visita.

L’agevolazione è disponibile anche per i clienti del trasporto regionale della Toscana in possesso di un abbonamento Trenitalia e per le persone munite di titolo di viaggio corsa semplice Trenitalia utile per raggiungere Pisa, regionale o sovraregionale, valido per il giorno stesso di accesso alla rassegna.

Nell’evento museale, che vede il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Pisa, gli spettatori potranno assistere a scene oniriche surreali, colme di personaggi bizzarri e capaci di far vedere mondi incantati in un viaggio tra universi affascinanti da scrutare nei dettagli. Una vera e propria immersione nelle opere attraverso una combinazione di immagini, musiche e tecnologia.

Con il sostegno all’esposizione Bosch, Brueghel, Arcimboldo il Gruppo FS Italiane conferma il proprio impegno verso il mondo della cultura a fianco dei principali eventi museali nelle più affascinanti e caratteristiche città della Penisola. Una vocazione naturale per un’azienda radicata da oltre un secolo nel tessuto civile, sociale, turistico ed economico del Paese.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia