Dopo una lunga attesa, sono finalmente arrivate nei negozi le nuove carrozze Intercity Giorno di ACME.

La dinamica ditta milanese propone un treno completo ideale, da realizzarsi per mezzo di tre cofanetti che contemplano un totale di otto vetture

Il primo di essi è l’articolo 55194 da tre elementi. Esso contiene due vetture Gran Confort di 1ª classe delle quali una con ricasco dell’imperiale grigio chiaro e una UIC-Z di 2ª classe sempre con ricasco dell’imperiale grigio chiaro.

Il secondo cofanetto è l’articolo 55195 anche stavolta da tre elementi. In esso sono contenuti due carrozze UIC-Z di 2ª classe delle quali una con ricasco dell’imperiale grigio chiaro e la bellissima carrozza polifunzionale BRH, anch’essa con ricasco dell’imperiale grigio chiaro.

 

Il terzo, infine, è l’articolo 55196 composto invece da due elementi. Al suo interno, stavolta, troviamo una vettura Gran Confort e una UIC-Z.

I tre set, va detto, sono tutti molto belli e permettono di realizzare, realisticamente, uno dei tanti convogli che gira attualmente sulla nostra rete ferroviaria. 

Quello che più affascina è il lavoro fatto dalla casa meneghina per diversificare le varie carrozze che tra loro si differenziano per particolari decisamente caratteristici. Oltre all’imperiale, che è la cosa immediatamente visibile, sono state scelte alcune Gran Confort con tetto liscio e altre con tetto cannellato, alcune sulle porte d’ingresso hanno il pittogramma dei numeri dei posti a sedere mentre altre no.
Degna di nota la riproduzione, su ogni carrozza, delle spie laterali del blocco porte, realizzata realisticamente con trasparenza.

Sicuramente molto appariscente è poi la vettura polifunzionale BRH, di 2ª classe con accesso per diversamente abili e comparto bar (in realtà al vero praticamente mai usato).

Sulla livrea, inedita sui plastici italiani, c’è poco da dire. Il lavoro è stato svolto ottimamente, con la giusta applicazione della verniciatura e la corretta tonalità dei colori. Le scritte sono ben visibili anche a occhio nudo e ottimamente realizzato è anche il logo Intercity Giorno con il caratteristico sole.

Negli esemplari che ci sono stati inviati per la presentazione, alcune luci di coda avevano qualche piccolo resto di plastica dello stampo sui fanali di coda, ma nulla che non si possa risolvere con facilità.

Altra piccola stonatura sono i pannelli led sulle fiancate che in alcuni casi sono leggermente storti rispetto alla fascia rossa che passa loro sotto, anche se va detto che è un difetto che si nota molto con la macrofotografia ma pochissimo a occhio nudo.

Un convoglio ben fatto e molto interessante, dunque, che trova facile ambientazione quando viene trainato da varie locomotive come E.402A ed E.402B in XMPR o, queste ultime, in ex Frecciabianca.

 

Il tutto in attesa che esca la E.402B con la cromia Intercity Giorno e un domani la E.401, anche se, conoscendo ACME come la conosciamo, scommettiamo che quest’ultima sarà contemplata in un set che prevederà anche la vettura UIC-Z Pilota di seconda fornitura.

Per gli amanti dei numeri, per concludere, ecco le marcature delle varie vetture suddivise per cofanetto.

Art. 55194
61 83 19-90 297-8 I-TI A
61 83 19-90 408-1 I-TI A
61 83 29-90 781-9 I-TI B

Art. 55195
61 83 29-90 543-3 I-TI B
61 83 29-90 777-7 I-TI B
61 83 85-90 074-0 I-TI BRH

Art. 55196
61 83 29-90 455-0 I-TI B
61 83 29-90 304-0 I-TI B

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia