I più puristi potranno storcere il naso, ma come si dice, piuttosto che niente... meglio piuttosto.

Il lavoro di revisione dell'Arlecchino ETR.252, va detto, è stato superbo. Il risultato, ve lo garantiamo, è davvero appagante alla vista, per quanto al momento si sia potuto osservare solo l'esterno.

Due cose su tutte hanno richiamato tuttavia la nostra attenzione, due cose inevitabili ma che in qualche modo si discostano dal convoglio originale.

La prima è la scritta SSB/SCMT sulla fiancata, all'altezza del finestrino del Personale di Macchina. Serve, ovviamente per identificare l'apparecchiatura installata, ed è stata resa con un adesivo rosso che in effetti ingombra solo se lo si vuole proprio notare.

La seconda sono i led del blocco elettrico delle porte, dislocati sopra ogni entrata. In questo caso il colore aiuta di più, poiché sono grigi con led che virano al bianco, quindi piuttosto discreti.

Come abbiamo detto all'inizio sono due "di più" dei quali non si poteva fare a meno ma che permetteranno all'Elettrotreno di continuare a solcare i nostri binari senza limitazioni.

Bisogna anche dire che li si nota... se proprio li si vuole notare, altrimenti sono sostanzialmente invisibili, vedendo il convoglio nella sua interezza.

In conclusione un ottimo lavoro da OMS di Porrena e Fondazione FS, un binomio che speriamo si rinnovi presto anche per l'ETR 302!!

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia