A poche ore dall’arrivo in Regione dei nuovi convogli regionali Pop e Rock di Trenitalia, si leva la voce dei sindacati, che denunciano il rischio di mancata assistenza ai viaggiatori disabili.

L’allarme è in una nota delle segreterie regionali di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Slm-Fast. “Ancora una volta - scrivono i rappresentanti dei ferrovieri in una nota - ci troviamo a denunciare gli effetti distorsivi e dannosi dello 'spezzatino’ di appalti nell'ambito di gruppo Ferrovie dello Stato, lanciando oggi l'allarme per il servizio fondamentale e indispensabile di assistenza in stazione dei viaggiatori con disabilità e a ridotta mobilità, offerto da RFI spa attraverso l’appalto RFI PRM”.

Dal primo luglio “ci risulta sia previsto il cambio appalto che vedrà da parte dell'azienda subentrante, della quale a soli 15 giorni di distanza, vista la mancata comunicazione dal consorzio Cncp, non conosciamo ancora il nome, l'esercizio esclusivo di tale servizio, non in sinergia, pare, con altre attività ferroviarie”.

Una organizzazione del genere, spiegano i sindacati, “temiamo possa pregiudicare la sostenibilità operativa del servizio di assistenza a viaggiatori disabili e a ridotta mobilità in Emilia Romagna, generando di fatto la perdita di decine di posti di lavoro, il ricorso ad un sistematico utilizzo di lavoratori somministrati e il mancato pieno rispetto del contratto”.

I sindacati chiedono dunque “garanzie sul servizio di assistenza dei viaggiatori con disabilità e a ridotta mobilità” e ribadiscono “al gruppo FS la necessità di un intervento serio e responsabile negli appalti ferroviari, per porre fine a questa degenerazione di sistema, a tutela del mantenimento dei livelli occupazionali ed a garanzia della qualità del servizio”.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia