Da gennaio 2020 non ci saranno più i vigilantes a bordo dei convogli di Trenord.

L’unico appalto ancora in corso scadrà a dicembre e non sarà più rinnovato, come confermano da Trenord e dalla Regione. È durata dunque poco più di tre anni la sperimentazione delle guardie giurate sui convogli, una misura che alla prova dei fatti si è rivelata però poco efficace.

Tre sono stati i fattori che hanno portato all’insuccesso dell'esperimento, le difficoltà nel reclutamento, i limiti posti dalle norme alla loro operatività e soprattutto la scarsità dei fondi stanziati tra Trenord e la Regione per reclutarne un numero proporzionato ai volumi del traffico ferroviario lombardo.

Niente paura, però, perché Trenord rende noto che sta mettendo a punto un nuovo modello di sicurezza, che sarà dettagliato appena possibile.

"La misura non ha dato i frutti sperati – ammette con onestà Riccardo De Corato, assessore regionale alla Sicurezza –: meglio far salire i militari a bordo dei convogli".

Attualmente a bordo dei treni sono rimasti circa in trenta, solo un terzo di quelli presenti all’inizio, nel 2016.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia