Presentate le prossime iniziative sul turismo ferroviario per rilanciare le località italiane verso una mobilità sostenibile.

Trenitalia, Fondazione FS Italiane e nugo le hanno annunciate durante il secondo TopRail Forum che si è tenuto presso il Museo Ferroviario Nazionale di Pietrarsa, organizzato da Union Internationale des Chemins de Fer (UIC), Ferrovie dello Stato Italiane e Fondazione FS Italiane.

Nei prossimi 5 anni il turismo mondiale toccherà la cifra di 2 miliardi di viaggiatori, e l’Italia è il caso di dirlo non può perdere il treno! Già durante lo scorso anno, i flussi dei turisti verso il nostro Paese da paesi stranieri sono aumentati del 12%. Proprio per questo, FS Italiane sta puntando a realizzare l’accessibilità ai luoghi prescelti dai turisti.

Trenitalia punterà a rafforzare le proprie offerte, sia sul piano nazionale sia sul piano estero. I dati sembrano incoraggianti: nel 2018 la compagnia ha incrementato del 19% i clienti che acquistano direttamente dall’estero.

Il turismo dei beni culturali è forse quello che attira maggiormente in Italia. Lo ha ben compreso Trenitalia, tanto che i suoi treni a lunga percorrenza, raggiungono le destinazioni più richieste sia nei periodi estivi sia nei periodi invernali, nonché i siti UNESCO del Paese. E laddove il treno non arriva, arriva la soluzione Freccialink, il servizio autobus che funge da collegamento nei tragitti.

I risultati finora ottenuti dall’azienda sono buoni: il sito web raggiunge 200 milioni di visitatori l’anno e anche i Travel Book, pacchetti di viaggio con località specifiche, sono molto apprezzati. Oltre a questo, proprio la scorsa settimana, l’azienda si aggiudicata per la terza volta in 4 anni l’Oscar del Turismo 2019.

I turisti però sembrano apprezzare sempre più anche gli itinerari storici, come quelli offerti dalla Fondazione FS Italiane. In 4 anni sono stati 275 mila i turisti a scegliere i treni d’epoca della Fondazione: la crescita è stata superiore al 200%. In 3 anni sono state riaperte 9 linee dedicate al turismo per un totale di 600 chilometri di ferrovie.

Tra le mete più apprezzate c’è proprio Il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, dove si è svolto il TopRail. La crescita del museo è stata, sempre nello stesso periodo di riferimento, dell’800% (400 mila visitatori). Lo scorso 4 maggio è stato inoltre aperto il cantiere di un altro polo museale, quello del Museo Ferroviario di Trieste Campo Marzio.

Nell’era della digitalizzazione, per favorire ulteriormente i suoi clienti, il Gruppo FS Italiane ha lanciato l’applicazione nugo, che rende l’interazione tra i servizi di mobilità e le persone ancora più facili. L’obiettivo di nugo è l’incentivazione a utilizzare i trasporti pubblici promuovendo quindi la sostenibilità ambientale.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia