Ritorna un nuovo appuntamento con “Top & Flop”! La rubrica di Ferrovie.Info in cui annoveriamo personaggi, aziende, enti o categorie che si sono, a nostro avviso, distinti in positivo e in negativo questa settimana. 

Diteci la vostra sulla nostra Pagina Facebook.

Partiamo!

TOP - Frecciarossa 1000

In un epoca in cui il design ferroviario partorisce spesso simulacri a dir poco bizzarri, il Frecciarossa 1000 ha rappresentato uno dei rari esempi riusciti di questi ultimi vent'anni.

Che fosse un treno davvero bellissimo lo sapevamo: il design - c'è poco da dire - è azzeccato: bello, filante, elegante. 

Come se non bastasse, ora arriva anche la conferma del prestigioso "The Wall Street Journal": il quotidiano statunitense ha parlato di "uno dei migliori treni ad alta velocità del mondo con motori efficienti dal punto di vista energetico” grazie ai “carrelli silenziosi e privi di vibrazioni”, ma anche per l'ottimo espresso “che ti aspetteresti in Italia”.

Al di là del commento sul caffè che fa molto stereotipo "pizza e mandolino", le considerazioni sul comfort di marcia sono pienamente condivisibili.
I viaggi sul Frecciarossa 1000 sono confortevoli più dei "gemelli" AV delle altre amministrazioni ferroviarie europee. 

Quindi un bel Top a questo treno non glielo leva nessuno. Bene!

FLOP - Abuso del freno d'emergenza

Se uno ci pensa, sembra quasi incredibile: a bordo di ogni treno esiste una leva a portata di ogni passeggero che può arrestare immediatamente il convoglio. E' un sistema, per quanto elementare, fondamentale sui nostri treni ed è bene rimanga al suo posto.

Il Flop, ovviamente, non è da intendere a questo elemento di sicurezza: sacrosanto e opportuno. Il Flop va piuttosto al suo abuso.

Come quello di un giovane, un cittadino bulgaro senza fissa dimora, che in settimana ha tirato il freno d’emergenza del regionale Genova-Torino in partenza dalla stazione di Novi Ligure.

L'allarme ha comportato il blocco immediato del convoglio, con la Polfer che è salita a bordo per controllare cosa fosse accaduto.

Alla fine di emergenza non c'era niente: solo un giovane ubriaco che non sapeva come passare il tempo.

La Polfer lo ha multato per manifesta ubriachezza, sperando che per un po' questo gli faccia passare la voglia di tirare freni a caso.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia