Alcune compagnie intervengono sul materiale rotabile, altre lo fanno, anche, sulle abitazioni.

Dopo la Germania, anche la Svizzera si pone il problema del rumore dei treni, ma cerca di risolverlo anche da un altro punto di vista.

Secondo quanto rilanciato dai media d'oltralpe, SBB CFF FFS starebbe pensando di insonorizzare delle finestre.

«Il numero indicato - spiega Ennio Malorgio, capo dell’Ufficio della prevenzione dei rumori a tio.ch - è riferito alle finestre stimate dalle FFS nei 4 progetti di risanamento inerenti Paradiso, Lugano, Massagno e Gambarogno».

«Non solo nei comuni indicati si stanno installando delle finestre fonoisolanti, ma questo lavoro è stato effettuato lungo tutta la tratta ferroviaria da Airolo a Chiasso (in totale circa 50 progetti). Le finestre si installano nei locali sensibili al rumore delle facciate e dei piani dove rimane il superamento dei valori limiti di esposizione al rumore degli edifici indicati nei progetti di risanamento fonico».

«Per quanto riguarda i progetti di risanamento fonico delle FFS in Ticino, l’investimento totale si aggira attorno ai 10 milioni di franchi per l’installazione di circa 10.000 finestre insonorizzate. La Confederazione, in qualità di proprietario dell’impianto, assume i costi di queste misure. A dipendenza del carico fonico gli aiuti possono ammontare al 50% o al 100% dei costi riconosciuti».

Una soluzione che non elimina il problema ma che certamente può portare un giovamento soprattutto nei periodi invernali, quando i serramenti sono normalmente tenuti chiusi.

L'articolo completo è disponibile cliccando qui.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia