Anche gli svizzeri... "toppano". I nuovi treni a doppio piano delle FFS sono in ritardo con la loro messa in esercizio e la faccenda pare complicarsi ancora.

La "Inclusion Handicap" si è rivolta alla Corte suprema federale per impedire la messa in circolazione dei nuovi treni bipiano ordinati dalle FFS a Bombardier.

In pratica l'associazione che tutela gli interessi degli invalidi non accetta la sentenza del Tribunale amministrativo federale, che aveva dato l'ok alla messa in servizio dei treni nonostante diverse perplessità per l'accessibilità ai portatori di handicap.

In sostanza però, i treni in questione non sarebbero accessibili autonomamente a tutti.
Questo contrasta con la normativa in vigore, oltre che col buon senso che sconsiglia di far circolare un treno nuovo nel 2019 non completamente accessibile a tutti.

Per aggiornare i treni con la totale accessibilità per i portatori di handicap bisognerebbe sborsare una cifra vicina ai 250mila franchi svizzeri.

Una cifra sicuramente più bassa se si fosse pensato a renderli più accessibili già in fase di progetto.

Prima foto in alto: fonte SBB

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia