Giornata di anniversari quella di oggi. Se il 1 luglio del 1905 nascevano ufficialmente le Ferrovie dello Stato (cfr. 112 anni fa nascevano le Ferrovie dello Stato), il 1 Luglio del 1931 il ministro delle comunicazione Costanzo Ciano tagliò il nastro che inaugurò la Stazione Centrale di Milano che prese il posto di quella in piazza della Repubblica costruita nel 1864.

La prima pietra della nuova stazione venne posata dal Re Vittorio Emanuele III nel 1906, prima ancora che venisse scelto il progetto definitivo che fu deciso nel 1912 allorquando l’architetto Ulisse Stacchini vinse il concorso per la costruzione.
Egli basò il proprio progetto sulla base della stazione di Washington, dopo che il concorso si basava su un nuovo schema funzionale ispirato alle stazioni di Lipsia e Stoccarda, ma i lavori procedettero molto a rilento.

Durante il Ventennio fascista fu impressa all'opera una velocizzazione ed il progetto subì lievi modifiche al fine di far apparire la stazione ancor più monumentale, in modo da celebrare l’architettura fascista.

Tra le varianti va ricordata la sostituzione delle pensiline sui binari previste nel progetto originario e l’introduzione delle grandi tettoie in ferro realizzate secondo il progetto dell’ingegnere Alberto Fava. La luce libera dell’arcata principale raggiunge i 72 metri ed è la più grande realizzata in Italia, le tettoie raggiungono una lunghezza di 341 metri, coprendo un'area di 66.500 mq. 

Il 1 luglio 1931 avvenne quindi finalmente l’inaugurazione ufficiale della stazione come la conosciamo oggi visto che salvo per alcuni ovvi lavori di adeguamento e di ammodernamento, come quelli realizzati dal 2005 al 2010, il resto è rimasto identico.

Oggi Milano Centrale è la seconda stazione italiana per grandezza e volume di traffico, accoglie circa 600 treni al giorno, due linee della metropolitana, il vicino Passante Ferroviario, il terminal di diverse linee di autobus e tram urbani, le navette per gli aeroporti ed è utilizzata ogni giorno da più di 320.000 persone, per un totale di 120 milioni l’anno.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia

Potrebbe interessarti anche...