Li avevamo visti partire da Pisa, li ritroviamo a Messina.

Stiamo parlando ovviamente dei quattro treni Swing che Trenitalia si appresta a inviare in Sardegna per sostituire le composizioni più datate e innalzare finalmente il livello qualitativo dei viaggi sull'isola.

I convogli dovrebbero partire nei prossimi giorni anche se, secondo alcune voci non ufficiali, si starebbe attendendo una giornata di mare calmo per rendere l'attraversata più "morbida" possibile.

Assieme ai quattro nuovi autotreni potrebbe forse lasciare la Sicilia anche la ALn 663.1168 che è attualmente in composizione con gli ATR 220. Vedremo.

Intanto l'arrivo dei nuovi convogli convince poco la stampa isolana ed anche la società civile. In particolare vengono rimproverati i mancati investimenti sulla rete ferroviaria che non permette ai treni di correre come potrebbero, ma anche la "sparizione" degli ATR 465 che fino ad ora non hanno percorso un metro sui binari dell'isola.

Criticati anche gli ATR 365 perché, come scrive l'Unione Sarda "Gli ATR 365, pagati 80 milioni di euro dalla Regione, quelli che dovevano oscillare e non hanno mai oscillato, erano stati copiosamente pagati per andare a 180 km/h e finirono per non poter superare i 150, come prevede il rango C della rete ferroviaria della Sardegna. In realtà tengono una media di 90 all'ora".

Insomma gli Swing stanno arrivando ma al momento sembrano destinati a risolvere "solo" problemi di "comodità" rimandando fino a chissà quando i sogni di tempi di viaggio più corti. Un passo alla volta, si potrebbe dire, ma sull'isola è chiaramente ora di cominciare a farne uno di seguito all'altro.

Foto Ferrovie Online

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia