Un altro passo verso la Conciliazione Paritetica nel trasporto regionale: un sistema rapido, gratuito ed efficace per risolvere le piccole controversie senza ricorrere alla giustizia ordinaria.

Si è tenuto martedì 29 settembre un altro incontro - in via telematica - tra Trenitalia e nove Associazioni dei consumatori per condividere il protocollo d’intesa che, una volta perfezionato, verrà sottoscritto dalle parti e inaugurerà così un nuovo capitolo nel rapporto tra la società del Gruppo FS e le persone che scelgono ogni giorno i suoi treni regionali per muoversi. Confermando la crescente attenzione di FS Italiane e di tutte le società del Gruppo sia per la mobilità regionale sia per le necessità espresse dalle rappresentanze dei consumatori.

L’introduzione dell’ADR (Alternative Dispute Resolution) per chi viaggia sui treni regionali andrà ad aggiungersi alla già consolidata e funzionale Conciliazione Paritetica sul trasporto a lunga percorrenza, introdotta più di dieci anni fa e assunta a modello in Europa.

La tappa di oggi fa parte di un percorso iniziato a dicembre 2019 con il lancio della notiziasuccessivamente condivisa con le Regioni. Da luglio scorso, gli sforzi congiunti di Trenitalia e delle Associazioni dei consumatori hanno gettato le basi per siglare il nuovo protocollo e avviare la Conciliazione Paritetica di Trenitalia regionale entro i primi mesi del 2021.

Al tavolo di lavoro di oggi erano presenti, con il direttore della Divisione Passeggeri RegionaleSabrina De Filippis, i rappresentanti delle associazioni AdiconsumAdusbefAssoutentiCodiciConfconsumatoriCentro Tutela Consumatori UtentiFederconsumatoriLega Consumatori e Udicon.

Fonte FS News

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia