È stato firmato ieri l’accordo fra il Comune di Andora e Rete Ferroviaria Italiana per la realizzazione delle opere di sistemazione delle aree a valle della nuova stazione ferroviaria di Andora.

Con la sottoscrizione, RFI si impegna a finanziare il progetto proposto dal Comune del valore complessivo di 951.300 euro. In particolare RFI contribuirà con un finanziamento per complessivi 826.474 euro integrati dal Comune tramite l’acquisizione delle aree per 124.806 euro.

L’Ente a sua volta realizzerà la progettazione definitiva/esecutiva entro 12 mesi, curerà la direzione dei lavori, il coordinamento sicurezza in fase di esecuzione, il collaudo delle opere e il coordinamento dell’intera operazione di progettazione, affidamento, realizzazione e collaudo Tecnico Amministrativo. La realizzazione delle opere è prevista entro 24 mesi dalla stipula dell'accordo.

L’Accordo è frutto di tre anni di lavoro e collaborazione con il Gruppo Ferrovie dello Stato, iniziati il 28/07/2017 quando l’Amministrazione Demichelis propose un assetto alternativo che comprendesse un’area più vasta rispetto a quello concordato nel 2011 con l’Accordo quadro che ai tempi definiva la cosiddetta Fase 2.

“L’accordo attuale, finanziato da RFI, nasce dalla volontà di riqualificare la zona fra via Cavour e via Europa Unita con una nuova viabilità, servizi per i viaggiatori e spazi verdi – ha annunciato con soddisfazione il sindaco di Andora, Mauro Demichelis - Un risultato frutto di un dialogo proficuo con le Ferrovie, del lavoro degli Uffici Tecnici Comunali, guidati dall’architetto Paolo Ghione che ringrazio per aver dato concretezza alla una nuova visione urbanistica della zona pensata dall’Amministrazione, insieme ai funzionari di RFI che hanno dato il loro prezioso contributo per la stesura definitiva.
Nella zona a valle sarà realizzato un nuovo accesso alla stazione con una moderna rotonda, due parcheggi per auto e per i taxi, un parcheggio bus, una ulteriore rotonda e una viabilità carrabile. La zona sarà successivamente completata, con costi a carico del comune, con aree verdi e camminamenti, spazi adatti anche a ospitare servizi come il noleggio bici. Il tutto sarà perfettamente integrato con il primo tratto di pista già realizzato dal Comune in corrispondenza con il sottopasso della nuova stazione e con la ciclabile che sarà realizzata sul vecchio tracciati ferroviario, sia con fondi regionali che comunali”

L'accordo firmato, per RFI, dall'ingegner Daniele Mari e l'ingegner Mario Grimaldi, ha, inoltre individuato le aree già oggetto di comodato la cui proprietà passerà al comune. L’erogazione del contributo a carico RFI avverrà per step funzionali all’avanzamento delle attività di progettazione, realizzazione e collaudo dei lavori.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia