“RFI ha appena sottoscritto l’accordo che consente di unire il centro smistamento merci di Avezzano alla ferrovia, rendendolo un vero e proprio interporto, e ora si è in attesa di analoga sottoscrizione da parte della Regione”.

Queste le parole del sottosegretario alle infrastrutture, Salvatore Margiotta, nel corso dell’incontro organizzato dal Partito Democratico a sostegno della candidatura a sindaco di Mario Babbo.

“Saranno nominati a breve, forse già la prossima settimana, i commissari per la realizzazione del collegamento ferroviario veloce con Roma e per l’adeguamento delle autostrade A24 e A25. Sono programmati interventi di miglioramento tecnologico della stazione di Avezzano, attraverso i progetti smart station ed easy station” ha aggiunto Margiotta.

Margiotta ha parlato di un “momento storico ineguagliabile, sono disponibili tra risorse nazionali ed europee duecento miliardi per le infrastrutture e una parte importante sarà per Avezzano e l’Abruzzo”, ricordando tra l’altro che il collegamento veloce su ferro con Roma è inserito tra le 12 opere prioritarie di “Italia veloce”.

A posizionare bene il territorio di Avezzano e dell’Abruzzo per la realizzazione delle opere infrastrutturali c’è il fatto che queste ottemperano bene ad alcuni importanti requisiti richiesti dall’Unione europea nell’ambito del Recovery Fund, ovvero l’ecosostenibilità dei collegamenti e la coesione territoriale.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia