RFI ha completato il processo di certificazione su come gestisce i suoi asset, sia tangibili (beni mobili) sia intangibili (opere d’ingegno).

L’assessment condotto da Italcertifer - partecipata tra le altre dal Gruppo FS Italiane, dal Politecnico di Milano, dall’Università di Pisa, dall’Università di Firenze e dall’Università Federico II di Napoli - ha certificato la capacità di Rete Ferroviaria Italiana di gestire in maniera efficace e sostenibile questi asset creando valore dagli stessi.

Il processo di certificazione si è svolto in parallelo alla verifica della prima certificazione emessa nel 2019, portando alla riemissione di un unico certificato che valuta il sistema di gestione degli asset RFI efficiente ed integrato, in grado di ottimizzare la disponibilità e profittabilità dei propri asset per l’intero ciclo di vita, dall’acquisizione fino alla dismissione.

I principali benefici di un sistema di gestione degli asset integrato e ottimizzato includono ritorno sugli investimenti e crescita stabile, pianificazione a lungo raggio e sostenibilità delle performance, miglioramento della gestione del rischio e della governance aziendale, possibilità di dimostrare le scelte come migliori in termini di costi/benefici all’interno di un sistema di finanziamenti regolamentato, nonché il miglioramento generale della soddisfazione del cliente. L’approccio mira a garantire ulteriormente una gestione efficiente della rete e a creare valore, sia all’interno della Società sia verso gli stakeholder.

Fonte e Foto FS News

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia