RFI, società del gruppo FS, ha esteso la certificazione internazionale sulla gestione degli asset.

Dopo il riconoscimento della certificazione del sistema di gestione degli asset tangibili immobili, la società ha infatti esteso l’ambito di certificazione del proprio Asset Management System anche agli asset tangibili - beni mobili ed asset intangibili - opere di ingegno, completando il quadro delle tipologie di asset che un'organizzazione è tenuta a gestire in maniera efficace e sostenibile per creare valore dagli stessi asset.

I beni tangibili mobili di RFI sono i mezzi d’opera, utilizzati per assicurare il mantenimento in efficienza della rete, i treni della flotta diagnostica, impiegati per il monitoraggio dei sottosistemi di armamento, trazione elettrica, impianti di segnalamento ed impianti di telecomunicazione, la flotta delle navi, di importanza strategica per assicurare il collegamento via mare con le Isole e per garantire la continuità territoriale dei servizi ferroviari.

I beni intangibili sono invece l’insieme di conoscenze, competenze, capacità e atteggiamenti propri dei ruoli esercitati dalle persone interne all'organizzazione, finalizzate al raggiungimento dei risultati aziendali attesi, il know-how.

“Per il conseguimento di questo importante traguardo - si legge in una nota - ancora una volta sono stati determinanti il contributo e la partecipazione del top management che ha consentito di evidenziare all'ente certificatore le best practices della società”.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia