Sarebbe stimabile in circa 6 milioni di euro il costo dell'incidente di Carnate.

Il conto lo fa Il Corriere della Sera in un articolo in cui, va però detto, c'è una importante imprecisione.

Scrive Il Corriere: "La corsa incontrollata del treno fantasma ha provocato anche danni materiali: l’interruzione della tratta che è stata sostituita da navette, disagi per i passeggeri, un treno mezzo rotto e molti costi per rimettere tutto in sesto. Troppo presto per un calcolo dettagliato ma valutando le singole voci del disastro i tecnici sono in grado di approssimare una valutazione del conto finale.

Ad andare in pezzi sul binario morto di Carnate è stato un convoglio piuttosto anziano: sia il locomotore E464 sia i vagoni agganciati contavano tra le 30 e le 40 annate lungo i binari. Dal punto di vista assicurativo non avevano ormai alcun valore, ma devono essere in qualche modo sostituiti.

La gloriosa locomotiva, tra l’altro, è ancora prodotta dalla Bombardier nello stabilimento di Vado Ligure e comprarne una adesso potrebbe costare tra i 2,2 e i 2,6 milioni di euro. Il calcolo per l’acquisto di una carrozza passeggeri a piano ribassato, conduce alla cifra di 1,2 milioni di euro. E poiché dopo lo schianto di Carnate ne sono risultate inutilizzabili tre, il computo totale per i vagoni mancanti a ricomporre il treno sale a 3,6 milioni". Una cifra cui andrebbero aggiunti "tra i 150 e i 250 mila euro per i lavori di risistemazione" dell'infrastruttura.

Il conto potrebbe anche avere un senso, ma alcune precisazioni sono d'obbligo. La E.464.192 non ha "tra le 30 e le 40 annate" visto che è stata costruita da Bombardier nel 2004. La produzione delle E.464 è inoltre stata ultimata nel 2015 con l'uscita delle unità .716 e .717 e dubitiamo fortemente che possa riprendere visto che la casa produttrice si sta occupando di tutt'altro.

Più corretti i dati sulle vetture Piano Ribassato la cui costruzione è di circa 40 anni fa ma che, va detto anche questo, nel corso degli anni hanno ricevuto upgrade tecnologici e di dotazioni interne talmente numerosi che delle vetture originali c'è rimasto ben poco.

L'articolo completo è disponibile cliccando qui.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia