Richiedere il rimborso degli abbonamenti ferroviari regionali per viaggi non effettuati a causa del Covid-19?

Ora si può, anche se, per il momento, solo in alcune Regioni, quelle che finora hanno già deliberato sul tema. Trenitalia ha iniziato a dare attuazione a quanto stabilito nelle loro linee guida, pubblicando sul sito di trenitalia.com, oltre che nelle biglietterie interessate, le disposizioni per la richiesta da parte dei pendolari di AbruzzoLazio Provincia Autonoma di Trento.

Seguiranno quelle per i passeggeri di ToscanaLiguriaFriuli-Venezia Giulia ed Emilia-Romagna (dove il servizio è gestito da Trenitalia Tper).

Ciascuna regione, in qualità di committente, ha stabilito termini diversi ai quali Trenitalia deve uniformarsi: cambiano ad esempio il periodo di riferimento in cui non si ha potuto o voluto viaggiare e il modo con cui il rimborso viene erogato, con una proroga della validità, con un voucher o in denaro.

La procedura da seguire, facile e veloce, è invece uguale ovunque in Italia: il viaggiatore deve compilare la dichiarazione sostitutiva e il modulo di richiesta e consegnare la documentazione a Trenitalia per e-mail, in biglietteria o per posta ordinaria, allegando la copia/scannerizzazione/foto dell’abbonamento.

Per tutte le altre Regioni si resta in attesa di aggiornamenti, per cui il quadro complessivo deve ancora essere definito.

Fonte FS News

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia