Anche reti altamente sviluppate come quella tedesca possono vantare solo l'elettrificazione di circa il 50% delle loro linee.

Ma il Mireo Plus di Siemens offre molte alternative alla costosa elettrificazione: porta semplicemente con sé la propria forza motrice, sotto forma di sistemi di accumulo della batteria, celle a combustibile innovative e una combinazione delle due. E poiché è stato progettato per essere particolarmente efficiente dal punto di vista energetico, apre nuove opportunità per rendere il trasporto ferroviario ancora più sostenibile.

Il Mireo Plus è stato progettato da zero per combinare flessibilità con autonomia ed efficienza. Grazie al suo design flessibile e al suo sistema di trazione modulare e scalabile, copre l'intera gamma di attività regionali e locali. E grazie al suo design rigorosamente leggero, ai componenti efficienti dal punto di vista energetico e alla gestione intelligente dei sistemi di bordo, consuma fino al 25% in meno di energia rispetto ai treni con una capacità passeggeri paragonabile.

Il riconoscimento della posizione consente una guida predittiva, che rende il treno in grado di identificare le esigenze di prestazioni come una maggiore accelerazione o il contributo energetico atteso dalla frenata. Questa configurazione include anche sistemi ausiliari come il controllo della climatizzazione per ottimizzare la quantità di energia consumata da tutti i sistemi di bordo.

Il Mireo Plus B - ideale per percorsi brevi

In forma elettrica a batteria, Mireo Plus B utilizza appunto batterie a pavimento o montate sul tetto per risparmiare energia di trazione elettrica dal filo di contatto.
Se questo non è disponibile, il sistema utilizza l'energia immagazzinata nella batteria per dare al Mireo Plus B un'autonomia di oltre 80 km come treno a due elementi o di più di 120 km come treno a tre elementi. Il sistema di batterie ad alte prestazioni appositamente sviluppato include sistemi aggiuntivi innovativi come il raffreddamento della batteria e convertitori in carburo di silicio. Il tutto è stato testato presso RWTH Aachen, con test prova su un percorso reale per convalidare il sistema.

Il Mireo Plus H - il campione del mezzofondo

L'idrogeno, elemento notoriamente rispettoso dell'ambiente, fornisce invece l'energia per il Mireo Plus H.

Le sue celle a combustibile a bassa temperatura sono state sviluppate appositamente per applicazioni ferroviarie. Di conseguenza, offrono il doppio della densità di potenza e fino a quattro volte la durata di servizio rispetto ai sistemi a celle a combustibile progettati per l'industria automobilistica o per gli autobus.

Allo stesso tempo, una batteria ad alte prestazioni funge da sorta di power bank dinamico per compensare carichi dinamici elevati (ad esempio all'avvio) e anche per recuperare l'energia di frenata. Grazie alla sua architettura di sistema a risparmio energetico, il Mireo Plus H necessita fino al 10% di energia in meno rispetto a un convoglio elettrico convenzionale. E con un'autonomia fino a 600 km per le unità a due elementi e fino a 1.000 km per le unità a tre, il sistema è in grado di coprire le linee regionali più lunghe d'Europa.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia