Il sindaco di Siena, Luigi De Mossi, ha parlato del futuro infrastrutturale del territorio senese, al centro di importanti discussioni.

L’ultima novità è l’inserimento della Siena-Grosseto e della Siena-Bettolle nella lista – allegata al decreto semplificazione – delle grandi opere da sbloccare sul modello Ponte Morandi, un modello auspicato e richiesto da tempo dal sindaco.

“Ho inviato una lettera a Conte e siamo stati fortunati che il Governo abbia fatto questo tipo di scelta nominando i commissari anche per la Siena-Grosseto – è il suo commento – ora speriamo che il lotto 9 che collega il bivio di Orgia a Iesa venga realizzato con una celerità superiore rispetto alla normale procedura di affida degli appalti”.

De Mossi ricorda di aver scritto anche ad Anas e Ferrovie dello Stato per chiedere lumi a proposito dei cavalcavia sulla Siena-Firenze, “così da conoscere – sottolinea – il grado di sicurezza e disporre una adeguata manutenzione”.

Il primo cittadino rimarca inoltre una delle ataviche necessità del territorio, ovvero un collegamento ferroviario diretto Siena-Firenze capace di potenziare lo sviluppo turistico, commerciale ed industriale: “Ho chiesto a FS la realizzazione di un point to point Siena-Firenze con al massimo una sola fermata intermedia, così da poterci collegare con il grande hub ferroviario di Firenze ed essere collegati con l’Europa e col mondo. Siena è una città bellissima ma deve uscire dal suo splendido isolamento, a livello industriale è difficile da raggiungere”.

Foto Roberto Granai

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia