L’idrogeno “non è più fantascienza, ma una fonte energetica pulita pronta a entrare nella vita quotidiana dei cittadini europei”.

Questa la dichiarazione rilasciata a la Repubblica dall’Amministratore Delegato di SNAM Marco Alverà, che oggi prenderà parte al lancio della nuova Strategia europea per l’idrogeno elaborata dalla Commissione UE.

Snam avrà un ruolo fondamentale nell’Alleanza per l’idrogeno, la partnership che metterà insieme UE e privati per accelerare l’arrivo sul mercato dell’H2, ritenuto indispensabile per raggiungere gli obiettivi del Green Deal europeo.

“Le infrastrutture italiane si stanno preparando. Ad esempio noi di SNAM al momento - afferma - siamo stati in grado di trasportare il 10% di idrogeno insieme al metano a Contursi. Stiamo riflettendo su come arrivare al 100%, obiettivo del 2050. Non solo ci faremo trovare pronti, ma siamo già al lavoro su treni e camion a idrogeno”.

E aggiunge: “Abbiamo appena firmato un accordo di 5 anni con Alstom: loro fanno locomotive, noi infrastrutture per approvvigionamento e trasporto dell’H2. Pensiamo di poter lanciare il primo prototipo di treno nel 2021 e di presentarci sul mercato nel 2022-2023”.

In merito al trasporto su gomma “stiamo lavorando con diversi soggetti che producono camion e autobus a idrogeno. I primi camion possono essere pronti nel 2022-2023. Stiamo poi facendo valutazioni, anche normative, per sperimentare su imbarcazioni, come i vaporetti di Venezia, a gas e idrogeno”, conclude Alverà.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia