Ha ringraziato la Presidente Santelli i 38 sindaci, due deputati, il presidente della Provincia Francesco Iacucci, che ha sostenuto il progetto di prevedere la fermata del Frecciargento Sibari-Bolzano a Torano.

“Per la prima volta oltre 300mila persone di più di 60 comuni dell’area urbana di Cosenza, Rende, Castrolibero, della Presila, del Savuto, della Valle del Crati e dell’Esaro, avranno un collegamento veloce con Roma, il Centro e il Nord del Paese e migliaia di turisti potranno arrivare direttamente nei nostri meravigliosi borghi e splendide città”.

Mentre si attende l’ufficialità della presidente Santelli, di concerto con Trenitalia e FS, Corbelli annuncia che la fermata del Frecciargento a Torano-Lattarico “si farà e sarà operativa già tra pochi giorni”.

Ad anticipare la novità è stata Enza Bruno Bossio: “Da quanto apprendiamo dai vertici di FS, la fermata del Frecciargento Sibari-Bolzano alla stazione di Torano-Lattarico sarà attiva fra qualche giorno, realizzando così uno scalo importante per una consistente platea di passeggeri e rispondendo a una precisa sollecitazione dei sindaci del comprensorio, del presidente della provincia e del leader del movimento “Diritti civili” Franco Corbelli. A tal fine, importante è stata anche la disponibilità dichiarata dalla presidente della Regione, Iole Santelli, all’istituzione della fermata”.

Bossio parla di “un primo obiettivo raggiunto ma occorre ancora mantenere alta l’attenzione e l’impegno: è opportuno, a questo punto, che si pervenga ad un’intesa organica tra Regione, RFI e MIT che consenta in primis il mantenimento del Frecciargento oltre il termine contrattuale di settembre e la realizzazione del nodo ferroviario strategico a Settimo di Montalto Uffugo.

In questo modo ne gioverebbe il sistema logistico e di collegamento lungo l’asse ferroviario Tirreno-Jonio e andrebbe a compimento una strategia complessiva di investimenti, intrapresa dalla Regione già dai tempi della presidenza di Mario Oliverio, che per primo finanziò in via sperimentale il collegamento Sibari-Bolzano”. “La mole di passeggeri – conclude Enza Bruno Bossio – dimostra il valore del servizio reso e spinge tutti gli attori istituzionali ad irrobustire con ulteriori investimenti il piano infrastrutturale per la Calabria”.

“In questo momento di festa – sottolinea invece Franco Corbelli – non dimentico Montalto e ribadisco al sindaco Caracciolo che noi saremo accanto a lui a sostegno della realizzazione della nuova piattaforma-stazione di Montalto. Così come non dimentico l’incantevole Sibaritide che anche grazie alla fermata di Torano-Lattarico sono certo avrà tantissime opportunità di nuovi visitatori che arriveranno nei nostri borghi e non potranno non fare una visita nella affascinante terra, culla della Magna Grecia.

La fermata del Frecciargento Sibari-Bolzano alla stazione di Torano-Lattarico, conclude Corbelli, è una grande, storica conquista civile. Per la prima volta, infatti, oltre 300mila persone di più di 60 comuni dell’area urbana di Cosenza, Rende, Castrolibero, della Presila, del Savuto, della Valle del Crati e dell’Esaro, avranno un collegamento veloce con Roma, il Centro e il Nord del Paese e migliaia di turisti potranno arrivare direttamente in nuovi, meravigliosi luoghi della splendida Calabria”.

Foto 3 Facebook Franco Corbelli

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia