La DiGIFeMa - Direzione Generale per le Investigazioni Ferroviarie e Marittime ha concluso l’indagine sulla collisione tra i due treni regionali (n. 1665 e n. 1670) di Trenord nella stazione di Inverigo, tratta Inverigo-Merone della linea Milano Nord Cadorna - Canzo Asso.

Nella giornata di ieri ha poi pubblicato la relazione finale dove sono state emesse 6 raccomandazioni di sicurezza che sono state indirizzate all’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ex ANSF – ora ANSFISA), ai sensi dell’art. 26 comma 2 del decreto legislativo n. 50/2019.

Secondo la DiGIFeMa l'urto è avvenuto per diverse cause così riassunte:

Causa diretta
Contemporanea occupazione della tratta tra Inverigo e Lambrugo-Lurago da parte dei treni regionali R 1665 e R 1670

Cause indirette
1. Criticità relative al personale avente compiti di sicurezza presenti a bordo del treno R 1665
2. Inadeguata comunicazione al personale - da parte dell’impresa ferroviaria Trenord S.r.l. – riguardante l’affiancamento di agenti di condotta in fase di addestramento sui treni viaggiatori
3. Dipendenza dal fattore umano del livello di sicurezza del regime di circolazione in assenza di una tecnologia di protezione automatica della marcia del treno (ATP).
4. Presenza di tratti di linea con differenti caratteristiche 
5. Disallineamento tra regolamenti, istruzioni e disposizioni riguardanti le procedure da effettuare da parte del macchinista e del capotreno per la partenza di un treno da una stazione protetta da segnale.

Causa a monte
Carenze del processo formativo previsto dall’IF Trenord S.r.l. per il personale che svolge attività di sicurezza nell’ambito dell’esercizio ferroviario.

La relazione completa è disponibile cliccando qui.

 

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia