C’è preoccupazione per il sovraffollamento dei convogli sulla linea Milano-Mortara.

Tra il tardo pomeriggio di martedì e la mattinata di ieri i pendolari hanno denunciato l’impossibilità di mantenere il distanziamento sociale necessario a prevenire il contagio da nuovo Coronavirus, su alcuni convogli da e verso Milano.
La soppressione del treno delle 17.42 da Porta Genova, infatti, ha costretto moltissimi pendolari ad ammassarsi sul convoglio delle 18.08, con conseguenze tutt'altro che imprevedibili.

Quanto accaduto è stato documentato da una foto che un viaggiatore ha condiviso sui social e che è subito diventata virale.

Mercoledì mattina poi, il convoglio delle ore 7.38 da Vigevano, che di solito è a due piani, era a un piano solo. Come aveva previsto l’associazione MiMoAl, con il progressivo aumento dei viaggiatori i treni – oggi ridotti a circa 400 viaggiatori seduti – hanno raggiunto rapidamente la capienza massima. A complicare ulteriormente la situazione, si sono aggiunti i guasti sulla linea e i relativi disagi. Ieri un guasto infrastrutturale tra Vigevano e Abbiategrasso ha generato ritardi e determinato la soppressione di alcuni convogli.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia