Entreranno in servizio domani sulle linee vesuviane, tre convogli completamente ristrutturati e dotati di tutti i confort.

A renderlo noto EAV che, in una nota, annuncia anche che altri tre treni “revampizzati” saranno immessi in servizio a giugno. “Purtroppo il fermo dell’attività produttiva del fornitore TitagarhFirema (TFA) di Caserta, – sottolinea il presidente della società di trasporto campana, Umberto de Gregorio – a causa dell’emergenza Covid19, ha rallentato le attività.

Abbiamo scritto al fornitore di riaprire subito lo stabilimento, chiedendo deroga alla Prefettura ed alla Regione.

Appare infatti evidente che non si possono avere ulteriori ritardi nella immissione di questi treni. Prevediamo la immissione in servizio graduale di altri 21 treni revampizzati, oltre i 4 già immessi in servizio, mese per mese, entro marzo 2021”.

“Come è noto – ricorda De Gregorio – abbiamo oggi solo 60 treni di cui 40 con oltre trenta anni di età. Per fare un servizio efficiente servono 90 treni. Questo obiettivo verrà raggiunto pienamente nel 2023 grazie ad una gara conclusa che prevede l’acquisto di 40 treni nuovi e sulla quale siamo in attesa della sentenza del Consiglio di Stato che stabilisca definitivamente chi deve produrre i treni, se Hitachi o Stadler”.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia