Ieri l’assessore regionale al Turismo Mauro Febbo, unitamente al direttore generale della Regione Barbara Morgante, ha incontrato il direttore di FS, Marco Amato e quello di RFI, Luigi Cosma.

Presenti all’incontro anche i rappresentanti della Provincia di Chieti Valerio Ursini e delegato dei Comuni della Costa dei Trabocchi Mariangela Galante, assessore del Comune di Fossacesia per arrivare ad una soluzione condivisa.

“L’obiettivo di questo incontro – spiega Febbo – è quello di arrivare in tempi certi ad un possibile accordo in merito all’acquisizione del patrimonio immobiliare dismesso ancora in capo a Ferrovie dello Stato ed in particolare degli edifici delle ex stazioni ferroviarie dei comuni di San Vito Chietino, Fossacesia, Torino di Sangro e Vasto”.

La Regione valuta quindi l’acquisto degli immobili ferroviari dismessi da destinare poi a servizi ricettivi e di accoglienza in particolar modo del cicloturismo, al fine di completare il processo di valorizzazione della Costa dei Trabocchi.

“La valutazione residuale del patrimonio immobiliare delle ex stazioni ferroviarie, – continua Febbo – non è stata ritenuta congrua da parte della Regione e della Provincia, che hanno presentato una attualizzazione dei valori immobiliari completamente diversa. In alternativa si stanno valutando ipotesi di comodato o di cessione di diritto ad utilizzare le superfici. Dare un futuro e una fruibilità turistica alle quattro stazioni dismesse è una priorità di questo Governo regionale che ha già avviato una programmazione turistica seria”.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia