Proseguono senza sosta le attività per la rimozione dell'ETR 400 n.21 al PM Livraga.

Nella giornata di ieri sono state sollevate e spostate dai binari altre due unità che compongono il convoglio. Sono diventati così cinque (su otto) gli elementi tolti dai binari del Frecciarossa 9595 Milano-Salerno deragliato alle 5.35 del 6 febbraio all’altezza di Lodi.

Oltre a due intermedie manca ancora l'elemento di testa che è andato ad impattare contro la palazzina che sarà probabilmente rimosso per ultimo.

Per quanto riguarda il ripristino completo della Milano-Bologna AV, dopo aver terminato il rifacimento che potrebbe concludersi nel giro di una settimana, sarà necessario passare al test del tratto ferroviario colpito dal devastante deragliamento.

Sul posto proseguono i lavori gestiti dalla Pepa Trasporti di Recanati, ditta specializzata che si sta occupando della rimozione del treno con l’utilizzo di quattro gru, affiancata dalla Edil Taglio Cemento, impresa di vicino Sondrio che opera nel settore delle demolizioni edili da quasi trent’anni e che è intervenuta per i lavori dopo il crollo del Ponte Morandi di Genova nell’agosto del 2018.

La ditta lombarda sta eseguendo carotaggi e nuovi fori per installare i pali a sostegno della linea ferroviaria e si dovrà occupare successivamente della palazzina contro la quale è finito l'elemento di testa del Frecciarossa, che dovrà essere tagliata a pezzi.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia