In questi giorni il parco Trenord è in grosso fermento.

Come abbiamo visto, nella giornata di ieri c'è stato il battesimo del "Caravaggio". Il primo ETR 521 ha iniziato il servizio regolare mentre, sempre nella giornata di ieri, si è affacciato ancora sui binari lombardi per altre corse prova anche il primo dei 41 "Donizetti".

Nel frattempo la stessa Trenord ha reso nota la timeline dei nuovi convogli.

Lo show si è aperto il 21 dicembre 2019 con l'Openday "Caravaggio" mentre come appena detto il 3 febbraio 2020 proprio il primo "Caravaggio è entrato in servizio sulla S11.

Entro il mese di febbraio 2020 è atteso il secondo "Caravaggio" in servizio sempre sulla S11 mentre c'è da aspettare aprile per vedere i primi "Donizetti" in servizio sulla Lecco - Bergamo, sulla Lecco - Sondrio e sulla Colico - Chiavenna.

Entro lo stesso mese saliranno intanto a cinque i "Caravaggio" sempre sulla S11 mentre per settembre 2020 questi stessi treni sono attesi sulla S8.

Se da un lato si immette qualcosa di nuovo sui binari, dall'altro, inevitabilmente, qualcosa ci saluta per sempre. Così, nella giornata di oggi, due mezzi ritenuti non più utili sono stati inviati alla demolizione.

Per l'esattezza hanno mosso da Lecco ad Alessandria la ALe 582.087 e il rimorchio Le 562.022. Come consuetudine spendiamo due parole su questi mezzi. La ALe 582.087 è una Fiore-Lucana del 1989 mentre il Le 562.022 è uno Stanga del 1988.

Foto 1 Trenord, foto 2 Davide Maggi

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia