Abbiamo 5 treni nuovi, stiamo solo aspettando la burocrazia. Entreranno, un po' alla volta, altri 15 treni e, infine, altri 40”.

Lo ha dichiarato Umberto De Gregorio, presidente EAV, ospite della trasmissione "Barba e capelli" di Radio CRC.

De Gregorio ha poi commentato le vicende ANM: “I problemi sono simili. In tutti gli anni passati si è pensato poco alla programmazione dell'acquisto dei nuovi treni. Il Comune doveva muoversi prima, sicuramente, ma anche al tempo, la vecchia Regione doveva muoversi prima. C’è un eccesso di attenzione sulle stazioni e pochissima attenzione ai treni.

Se non ci sono riserve è inevitabile che i treni si fermino. Basta che va in tilt un solo treno e si crea un disagio considerevole. Per quanto riguarda le assunzioni sono in corso, abbiamo assunto 150 persone, i prossimi 200 verranno assunti nei prossimi mesi. Stiamo facendo entrare e formando, con lunghi processi formativi.

L’importante è partire e noi lo abbiamo fatto. Siamo stati la prima società italiana. Abbiamo un’attenzione palese verso treni revampizzati, ma in circolo ci sono anche treni di 30-40. La sicurezza non ha anni, ma si aggiorna. Negli ultimi 20, abbiamo trasportato un miliardo di persone. Dobbiamo guardare al sistema dei trasporti come un sistema integrato. Spero si faccia un discorso di azienda unica del trasporto campano”, ha concluso il presidente EAV.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia