Piano di emergenza della prefettura per dodici gallerie di lunghezza superiore a un chilometro in Liguria.

L'ordine del giorno è quello di disporre di un protocollo di intervento standard in caso di incidenti o necessità di soccorsi all’interno dei tunnel più lunghi delle tratte che collegano Savona con Andora, Savona con San Giuseppe di Cairo e Savona con Cogoleto, i tre percorsi in provincia di Savona su cui è il Prefetto ad avere il comando delle operazioni in caso di emergenze. 

Delle dodici gallerie individuate, quattro sono sulla linea di ponente e tre su quella che volge verso Torino e Alessandria mentre le quattro restanti sono sulla linea per Genova, ossia tra Savona e il confine tra Varazze e Cogoleto, ed erano già state verificate e inserite nel piano lo scorso anno. 

Una operazione non facile da portare avanti, che ha richiesto un lavoro notevole e piuttosto articolato. Una prima fase ha previsto il riordino e l'aggiornamento delle schede particolareggiate con le diverse caratteristiche di ogni galleria e ad essa è seguita una seconda che ha visto la collaborazione delle forze dell’ordine e dei comuni, di RFI e dei Vigili del Fuoco per prevedere  le procedure di intervento più efficaci. 

«I piani - secondo quanto comunicato dalla Prefettura - sono stati predisposti in una logica di semplificazione delle procedure e realizzano gli obiettivi di individuare le amministrazioni e gli enti tenuti al concorso nell’emergenza, definire i relativi compiti e responsabilità, e ridurre la tempistica coordinando gli interventi».

Il piano generale e quelli relativi a ciascun tunnel contengono le informazioni sulle caratteristiche della galleria e della tratta ferroviaria, analizzano i possibili scenari a seconda del tipo e della gravità degli incidenti che si possono verificare, definiscono la struttura organizzativa che dovrà gestire e affrontare l’emergenza, indicano le procedure operative specifiche.

Ma non è tutto, perché in seconda battuta, ma non meno importante, è prevista la stesura di una campagna di informazione preventiva e da attuare nel momento dell’emergenza.

Il passo successivo prevede un’esercitazione, che verrà predisposta nei prossimi tre mesi e farà parte di un più ampio programma già in atto da alcuni anni.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia