Si fermeranno per undici giorni i treni per la posa dell’ultimo impalcato del nuovo ponte di Genova.

L’ultima porzione di viadotto, lunga cento metri, scavalcherà il torrente e per il suo posizionamento sarà necessario sospendere la circolazione sulla linea che transita proprio nell’area di costruzione. La notizia della sospensione del traffico è arrivata in seguito all’incontro con i sindaci delle valli, a cui hanno partecipato i responsabili di RFI e Trenitalia, insieme all’assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino.

A partire dal 10 o dal 12 marzo, e per gli undici giorni consecutivi, la linea ferroviaria sarà dunque interrotta e saranno istituiti bus sostitutivi. I treni sulla linea per Ovada si fermeranno a Campo Ligure e da qui a Genova si procederà con un mezzo alternativo.

I sindaci coinvolti chiederanno ad Autostrade, non presente all’incontro in Prefettura, di concludere entro i primi giorni di marzo i lavori all’interno della galleria Berté, sulla A26, chiusa per il crollo di una parte di materiale della volta. L’interruzione ferroviaria interesserà la linea Bastioni, utilizzata per il traffico passeggeri e merci tra Genova Sampierdarena e Ovata, Milano e Torino; e la linea Sommergibile, in uso per il traffico merci tra gli scali di Genova Marittima e Genova Sampierdarena.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia