Sciopero di 8 ore in Toscana il 31 gennaio per il trasporto merci ferroviario.

L'iniziativa è stata indetta dai sindacati di categoria Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti, Fast e Orsa contro i tagli operati da Mercitalia Rail, società del gruppo FS.

Si legge nella nota di Stefano Boni, segretario generale Fit-Cisl Toscana: "Non ci fermeremo finché non avremo rassicurazioni circa una inversione di marcia da parte di FS". In Toscana, dai circa 660 ferrovieri addetti al trasporto merci del 2012 "siamo passati ai 270 nel 2016 e ai 160 di oggi, un taglio di circa 500 posti di lavoro, -76% in appena 7 anni", sostiene Boni, secondo cui la politica di Mercitalia Rail "stride con l'impegno finanziario della Regione Toscana, di RFI, del Gruppo FS che in questi anni hanno fatto ingenti investimenti dal punto di vista di raccordi ferroviari e direttrici dedicate al trasporto merci per ferrovia".

La Fit chiede alle istituzioni di attivarsi per chiarire le intenzioni di Mercitalia Rail, e chiede alla società "maggiori assunzioni - dice Boni - di macchinisti e tecnici polifunzionali, almeno 50, per rilanciare e consolidare il trasporto e lo sviluppo sul nostro territorio nonché assicurare futuro agli attuali occupati".

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia