Novità importanti sulle indagini dell'incidente di Pioltello.

Su richiesta di RFI, la Procura di Milano ha infatti dato il via libera a una nuova serie di accertamenti. I pm milanesi hanno accolto l'istanza con cui il legale della società, nelle scorse settimane, ha chiesto un'ulteriore ispezione, da parte dei suoi consulenti, dei pezzi del treno attualmente dislocati a Milano Fiorenza.

L'istanza è stata presentata per effettuare altre verifiche su eventuali problemi, non riscontrati dagli esperti nominati dagli stessi pm, relativi al funzionamento dell'impianto di frenata del convoglio. Alle operazioni sono stati ammessi tutti gli indagati, le parti offese che hanno partecipato ai precedenti accertamenti tecnici, e anche Trenord e i suoi due manager la cui posizione è stata stralciata al tempo della chiusura delle indagini.

La prima riunione operativa è stata fissata per giovedì prossimo. I consulenti di RFI e degli altri indagati e le parti offese che volessero partecipare, potranno fare i rilievi esterni, compresi video e foto, ma a differenza di quanto richiesto non potranno smontare pezzi, salvo previo consenso specifico della Procura, visto che si tratterebbe di un accertamento irripetibile.

Dopo le verifiche i pm dovrebbero esercitare l'azione penale e potrebbero chiedere il rinvio a giudizio degli indagati.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia