È stata una giornata complicatissima quella di ieri sulla linea Palermo-Trapani.

La circolazione è stata sospesa dalle 5:15 alle 13:10 a causa del furto di 3.500 metri di cavi di rame da parte di ignoti, fra S. Nicola di Mazara e Mazara del Vallo.

Una decina, fra tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane) e operai delle ditte appaltatrici, le persone impegnate dalla scorsa notte per ripristinare le normali condizioni di circolazione.

Dodici sono stati i treni coinvolti, di cui 5 limitati nella percorrenza e 7 sostituiti da autobus fra Trapani e Castelvetrano.

Il furto di rame non comporta problemi di sicurezza alla circolazione dei treni, ma solo rallentamenti e ritardi. La sottrazione del materiale, infatti, provoca l’attivazione istantanea dei sistemi di sicurezza che governano le tecnologie in uso nella gestione del traffico ferroviario, con arresto immediato dei treni.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia