Ancora un ordinativo per Stadler Rail.

Il costruttore svizzero ha annunciato oggi con un comunicato che fornirà alla società ferroviaria ungherese MÁV-Start 21 ulteriori convogli a due piani per un valore di 313 milioni di euro (339,5 milioni di franchi).

Questa commessa, precisa la nota, cade due anni dopo la firma di un contratto con MÁV-Start per la fornitura di una quarantina di treni a due piani di tipo KISS. Secondo il programma di consegna del contratto, la 40a unità deve essere consegnata entro la fine del 2022.

Le EMU, lunghe 155,88 metri, larghe 2,8 metri e alte 4,6 metri saranno composte da sei elementi. 600 i passeggeri che troveranno comodi sedili, ovvero il 50% in più rispetto a un'unità a un piano con la stessa lunghezza. I treni saranno dotati di quattro servizi igienici, uno dei quali accessibile a persone con mobilità ridotta, mentre nelle aree multifunzionali ci sarà molto spazio per quattro sedie a rotelle e dodici biciclette o cinque passeggini.

I nuovi veicoli, che sono stati progettati secondo gli ultimi standard di sicurezza, saranno dotati di sistemi di controllo EVM ed ETCS di livello 2, che li renderanno in grado di funzionare alla massima velocità di 160 km/h sulle linee ferroviarie modernizzate dell'Ungheria.

Il comfort dei passeggeri sarà migliorato dal funzionamento regolare, da un sistema di informazione passeggeri all'avanguardia, da interni spaziosi e luminosi, dall'aria condizionata e dal Wi-Fi gratuito.

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia