Passano gli anni, migliorano le linee ferroviarie ma i vecchi disagi permangono.

Nonostante avessimo segnalato la problematica anni fa, nulla è cambiato e si continua anche col nuovo orario a mantenere il disservizio sulla FL1 che collega Orte a Fiumicino Aeroporto.

Chiariamo il problema per chi non è di Roma. La FL1 nasce a Fiumicino Aeroporto, attraversa la Fiera di Roma dove si svolgono importanti eventi che vengono visitati ovviamente soprattutto nei week end e prosegue per le stazioni di Roma Trastevere, Ostiense, Tuscolana e quindi Tiburtina.

Da questo impianto, che vede la fermata di molte Frecce di Trenitalia nonché dei treni di Italo, prosegue verso il quadrante nord est della città, attraversando zone molto popolose servite da stazioni come Roma Nomentana, Nuovo Salario, Fidene e Settebagni, fino ad arrivare a Monterotondo che è una città di circa 50.000 abitanti, proseguendo poi fino a Orte.

Compresa la tratta, arriviamo al problema.
Il sabato, la domenica e in tutti i giorni festivi, la mattina è previsto un buco di orario di tre ore durante le quali non è presente un singolo treno né verso Fiumicino Aeroporto né verso Orte, con tutti i convogli che circolano esclusivamente tra Roma Tiburtina e Fiumicino Aeroporto.

Per essere ancora più chiari, tutto il quadrante nord est della Capitale d'Italia, che è popolato, grosso modo, da 300.00 abitanti se si considerano anche le periferie, è tagliato fuori dalla possibilità di raggiungere l'Aeroporto Leonardo da Vinci o la Fiera di Roma ma anche più banalmente di andare a Roma Tiburtina per prendere un altro treno per Firenze, Bologna o Milano. E ovviamente il problema si pone anche al senso contrario.

Così, se avete la sfortuna di abitare nel III Municipio che conta 205.000 abitanti (per dare un'idea Trieste ne conta 203.000...), il sabato e la domenica se volete andare a vedere una mostra alla Fiera di Roma dovete andarci entro le 10, in auto o avventurarvi coi mezzi pubblici la cui affidabilità è nota a tutta Italia.
Discorso identico se avete un aereo da prendere o se, peste vi colga, avete avuto la pessima idea di atterrare a Fiumicino in mattinata.

Inutile dire che se coloro che abitano a Roma Nomentana fanno relativamente in fretta ad arrivare a Roma Tiburtina, discorso diverso è per chi abita più in periferia, per i quali l'unica soluzione possibile resta l'auto, alla faccia delle polveri sottili e dell'inquinamento.

La cosa surreale è che questo buco, ripetiamo di tre ore in entrambi i sensi di marcia, è talmente poco noto che spesso ci è capitato di vedere persone con i bagagli, dirette ad esempio all'aeroporto, attendere Godot in stazione salvo poi sbiancare una volta capito che il treno successivo sarebbe passato dopo ore e non dopo minuti. Vai a trovarla una soluzione veloce per arrivare da Nuovo Salario a Roma Fiumicino di domenica mattina con gli autobus romani...

È ovvio che queste tre ore di buco sono dettate dalla necessità di fare manutenzione sulla linea ed è altrettanto ovvio che nessuno pretende il servizio ogni 15 minuti come durante i giorni lavorativi.
Ma che non si riesca nemmeno a garantire un minimo di mobilità, mettendo almeno un treno ogni ora e tagliando fisicamente fuori da molti servizi una parte importante della popolazione romana è francamente inaccettabile.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia