Sul ritardo infrastrutturale che coinvolge Sicilia e Sardegna interviene anche la politica.

“Che Sicilia e Sardegna non abbiano treni all’altezza è una vergogna nazionale”. Queste le parole del ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, che ha incontrato il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, a Palermo.

“I fondi ci sono e non è tollerabile che ci dicano che servono cinque, sei o dieci anni per la realizzazione delle opere”, ha aggiunto. Per Boccia, “l’impegno è quello di ridurre le diseguaglianze e di ridurre i tempi di realizzazione degli investimenti e di essere molto più esigenti con chi ha queste responsabilità”.

“E mi riferisco – ha chiarito – anche alle aziende pubbliche, perché non è ammissibile che per un progetto ci vogliano 5 o 6 anni. È ingiustificabile e per certi aspetti non tollerabile. Non è un problema di risorse, ma di regole e di tempi che dobbiamo risolvere per il quale devono rispondere Anas ed RFI. Non è possibile buttar via anni per opere che in genere si fanno in pochi mesi”.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia