Nubi scure si addensano sul collegamento Frecciarossa tra Perugia e Milano.

«Sul Frecciarossa Perugia-Milano stiamo ragionando quali strategie assumere, abbiamo in calendario riunioni importanti in questi giorni con Ferrovie dello Stato a cui è prevista la partecipazione della presidente Donatella Tesei. Dobbiamo ragionarci attentamente, i soldi non ci sono e dobbiamo utilizzarli al meglio non solo per il capoluogo ma per tutto il territorio regionale».

Queste le chiare parole che utilizza il neo assessore regionale alle Infrastrutture e ai trasporti, Enrico Melasecche che palesano le difficoltà della Regione Umbria sui trasporti pubblici a causa della scarsità di fondi.

Secondo Melasecche l’Umbria investe infatti 1,2 milioni all’anno sul Frecciarossa, una cifra non più sostenibile.

Domenica 15 dicembre sarà il giorno della verità ma dalle prime indicazioni sembra che il destino sia già stato scritto. Melasecche non ne fa mistero, ma a lui si accoda la Governatrice Tesei, che in due occasioni pubbliche, sul tema è stata piuttosto tranciante chiosando che «è meglio intervenire per raggiungere più facilmente Firenze e Roma piuttosto che pensare a Milano. C’è un’interlocuzione aperta con FS. A mio avviso l’Umbria deve collegarsi velocemente con la Capitale e con il capoluogo toscano. Gli spot non servono più. Voglio condividere questo tema con gli imprenditori. Questo Frecciarossa velocizza poco e niente. I nostri sforzi vanno indirizzati su altri fronti».

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia