Non solo Francia, Spagna e Gran Bretagna, per Ferrovie dello Stato si torna a parlare di Grecia.

Nei prossimi nove anni il Gruppo, insieme alla società affiliata greca TrainOSE effettuerà investimenti per circa 2,5 miliardi di euro sulla rete ferroviaria ellenica.

Questi investimenti rientrano nel quadro degli impegni assunti in seguito alla firma di un Memorandum di cooperazione da parte del ministro delle Infrastrutture e Trasporti greco Kostas Karamanlis, dall’amministratore delegato della TrainOSE Filippos Tsalidis e dal responsabile per le filiali estere del Gruppo FS Maurizio Capotorto, alla presenza dell'ambasciatore italiano ad Atene Efisio Luigi Marras.

Il memorandum riguarda il proseguimento della cooperazione per 15 anni tra lo stato greco e TrainOSE nel settore del trasporti ferroviari pubblici, e include il servizio su linee ferroviarie verso direzioni non redditizie.

TrainOSE continuerà a ricevere un sussidio di 50 milioni di euro all'anno, ovvero un totale di 750 milioni di euro per 15 anni per mantenere il funzionamento di queste tratte con l'impegno però di investire nelle ferrovie greche 2,2-2,5 miliardi di euro nei primi nove anni. Questi investimenti riguardano il parco rotabile e la sua modernizzazione, l'apertura di nuove linee ferroviarie, l'uso di edifici e molto altro.

Secondo quanto comunicato da Tsalidis i primi cinque Frecciargento ETR 470 arriveranno in Grecia nella seconda metà del 2020 mentre per il biennio 2022-2023 dovrebbero essere a disposizione nuovi treni ibridi.

Karamanlis ha sottolineato che la firma di questo memorandum è molto importante per le ferrovie del paese, poiché garantirà il loro funzionamento stabile per i prossimi 15 anni.

Il passo successivo a questo memorandum è un nuovo accordo che sarà firmato in Italia, dopo che nella prossima settimana la Commissione europea sarà informata dell'impegno di TrainOSE di investire 2,5 miliardi di euro nello sviluppo delle ferrovie greche.

Karamanlis ha anche riferito che la linea AV Atene-Saloniсco, che consentirà di collegare le due città in tre ore e mezza, sarà inaugurata nel 2021, e non alla fine del 2019, come annunciato dal precedente governo.

Tsalidis ha inoltre dichiarato: “Siamo molto lieti che TrainOSE continuerà a servire le ferrovie a scarso rendimento del nostro paese assumendosi la responsabilità di migliorare i servizi della nostra comunità. 
Come sapete, disponiamo di un forte programma di rinnovo del materiale rotabile, di implementazione di nuove tecnologie e risorse umane all'interno dell'azienda, in modo che presto saremo in grado di soddisfare pienamente le esigenze dei nostri passeggeri. 
Il treno avrà presto il posto che merita nelle scelte delle persone che viaggiano e in TrainOSE lavoriamo ogni giorno per raggiungere questo obiettivo ".

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia