Ennesima mattinata di ritardi e disagi sulle linee ferroviarie del Piemonte.

A farne le spese sono stati questa volta i pendolari in viaggio di prima mattina sulla linea 2 del servizio ferroviario metropolitano tra Pinerolo e Piscina, che, a partire dalle 6.20, quando si è verificato un guasto, hanno fronteggiato ritardi e soppressioni.

Sono stati in tutto sette i treni che hanno accumulato ritardi fino a 80 minuti e due quelli cancellati da Trenitalia. Poco dopo le otto il guasto è stato riparato e la circolazione è gradualmente tornata alla normalità.

Inevitabili le proteste dei viaggiatori che lamentano, sulle bacheche social dei tanti gruppi di pendolari, “la mancanza di informazioni tempestive che - scrive una viaggiatrice - impedisce di organizzare il viaggio con altri mezzi e ci costringe ad attendere in stazione un treno che non arriverà mai”.

Si tratta del secondo giorno consecutivo di disagi in regione Piemonte, dopo il disservizio di ieri sulle linee elettriche della stazione di Torino Porta Nuova. Per circa tre ore, dalle 16 alle 19, la stazione è stata sostanzialmente isolata con conseguenze e ritardi sui treni AV e sui regionali costretti a fare capolinea al Lingotto e a Porta Susa.

Orario invernale Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia