La notizia curiosa arriva stavolta dalla Francia e tocca due "divinità", le SNCF e niente di meno che David Gilmour chitarrista e cantante dei Pink Floyd.

Secondo quanto riportato dalle cronache d'oltralpe, Gilmour rimase letteralmente incantato (!) dal jingle di SNCF ascoltato in stazione ad Aix-en-Provence nel 2013 e per questo decise di avvicinare il compositore Michaël Boumendil per chiedere se poteva usare quella sequenza musicale in una canzone.

Appurato che non si trattasse di uno scherzo, Boumendil si accordò e la musica della canzone "Rattle That Lock" fu accreditata ad entrambi nell'album omonimo di Gilmour del 2015, ricevendo l'approvazione di SNCF.

Tutto bene? Anche no, poiché 3 anni dopo Boumendil affermò che il contratto consentiva a Gilmour di riprodurre le note, ma non di interpolare la registrazione esatta, chiedendo danni per 450.000 euro.

Nel maggio 2018, un tribunale ha respinto le richieste di Boumendil, affermando che era passato troppo tempo per cavillare il contratto, ordinandogli di coprire le spese legali di Gilmour.

Ora, però Boumendil ha fatto appello al giudizio per una causa che al contempo appare surreale ma anche curiosa.
Sia perché è strano pensare ad un jingle ferroviario che diventa la canzone di un mito della musica, sia perché si fatica a capire cosa abbia trovato di così bello in esso uno che ha scritto pezzi che fanno venire voglia a molti musicisti di prendere il proprio strumento e usarlo come legna da ardere.

Noi, per curiosità, vi facciamo sentire entrambi i brani, per quella che resta una delle notizie più insolite del 2019!

Orario estivo Trenitalia
Giorni
Ore
Min.
Sec.

Aerei

La ferrovia che scompare

Approfondimenti

Ferroviaggi

Correva l'anno

Lavoro in ferrovia

Promozioni in corso

Eventi

Curiosità brevi

Treni e tecnologia